“La pupa di Zabban. Ebrei di Sicilia nel Novecento”

Biblioteca centrale della Regione siciliana "A. Bombace" - Palermo

- Presentazione libro

La_pupa_di_zabbanLuogo: Sala Consultazione della Biblioteca centrale della Regione siciliana 

Data: Mercoledì 25 gennaio 

Orario: ore 16.30 

Categoria: Presentazione libro

Saluti

Margherita Perez, direttrice della Biblioteca

Salvino Leone, direttore editoriale di Kalos

Dialogano con l’autore:

Giuseppe Savagnone, Ufficio diocesano per la Pastorale della cultura di Palermo

Rita Calabrese, Istituto Siciliano di Studi Ebraici

Daniele Palermo, Chiesa Valdese di Palermo

Salvatore Savoia, Società Siciliana per la Storia Patria

Intermezzi musicali: Rose-Marie Soncini, primo flauto


IL LIBRO
Le pagine scritte da Alessandro Hoffmann sono un esempio di “microstoria”. Un caso su tutti, la storia di Vittorio Zabban, imprenditore di successo, vissuto a cavallo tra Otto e Novecento. Un self made man arrivato in Sicilia dove ha costruito la sua fortuna nel campo della confezione di abiti e biancheria per signora. Queste “microstorie” non parlano, parafrasando Carlo Ginzburg, delle «gesta dei re» ma di donne e uomini le cui voci vengono raccolte dal basso nella speranza di farle arrivare in alto, cioè al lettore. Al centro vi sono solo i fatti e la loro narrazione, quelli di un centinaio di persone. Questo volume arricchisce il testo precedente, Gli amici di Moïse. Cento e più storie di ebrei di Sicilia, e mette un nuovo tassello al discorso perché – per dirla con Sciascia – «alla generazione che volle o che fu chiamata a combattere la guerra del ’15-’18 e a quella che intorno a quegli anni nacque» viene aggiunta la generazione del dopoguerra. Uno scavo che ha fatto affiorare non poche figure del tutto dimenticate o addirittura sconosciute: in particolare, emerge per la prima volta il percorso di quanti, tra la fine del 1938 e i primi del 1939, sono stati costretti a lasciare la Sicilia perché impediti di lavorare o studiare e, a causa di questa fuga obbligata, sono finiti nelle mani dei carnefici.
L'AUTORE
Alessandro Hoffmann è nato e vive a Palermo. Studia da alcuni anni la storia degli ebrei di Sicilia nel Novecento. Ha diretto a lungo Radio Spazio Noi inBlu e ha collaborato con il «Giornale di Sicilia». È stato professore di Scienze Agrarie presso l’Università di Palermo e vicedirettore della Programmazione della Regione Siciliana. Nel 2001 ha ricevuto dal Presidente della Repubblica uno dei Premi Pasquale Saraceno per studi sul Mezzogiorno banditi dalla Svimez. Ha scritto Storia di una famiglia di origine ebrea a Palermo (2015-2020).