Cronache al tempo della pandemia

Biblioteca centrale della Regione siciliana "A. Bombace" - Palermo

16/03/2022 - Presentazione libro

cronache_al_tempo_della_pandemiaLuogo: Sala Consultazione della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana

Data: Mercoledì 16 marzo

Orario: ore 16.30

Categoria: Presentazione libro

Introduce: Carlo Pastena, direttore della Biblioteca

Intervengono:

Pia Figueroa, giornalista cilena co-direttrice di Pressenza-International Press Agency

Olivier Turquet, coordinatore Pressenza-Italia

Fulvio Vassallo Paleologo, giurista

Gianmarco Pisa, Pressenza-Napoli

Daniela Musumeci, Pressenza-Palermo

Modera: Pia Catalanotto, redazione Pressenza Palermo


Stato del pianeta, questioni globali, conflitti e diritti, solidarietà, spiritualità e culture sono i temi trattati in questa antologia degli articoli di Pressenza usciti durante il periodo della pandemia. E di pandemia abbiamo pure parlato, ma nel senso delle cronache di un'agenzia impegnata a diffondere notizie sulla pace, la nonviolenza, i diritti umani, la non discriminazione: tutte tematiche che fanno fatica a uscire dalla narrazione emergenziale, spesso ripetitiva e, soprattutto, sconfortante. Un piccolo contributo a un'informazione nonviolenta, plurale, aperta al futuro.
“Non è casuale che l’apertura di questo secondo annuario doppio (2020-2021) sia dedicata proprio alla sezione sullo stato del pianeta. E con essa, in particolare, presentiamo a capo dell’intera selezione la bellissima intervista a Vandana Shiva che, proprio nella concatenazione delle cause che rendono insostenibile l’attuale sistema dominante, lancia un monito su cui tutti dovremmo riflettere: «Sappiamo che se nei prossimi dieci anni - dice Vandana Shiva - non produrremo un cambiamento, ci distruggeremo, distruggeremo le condizioni per la vita umana sulla Terra, proprio come abbiamo fatto con altre specie, e questa non è un’ipotesi, è l’indicazione di una chiara tendenza. Ciò è stato fatto ad altre specie e ad altre culture: gli ecocidi di numerose specie, i genocidi dei popoli nativi, il femminicidio delle donne, sono sotto i nostri occhi. Così per quelli che straparlano di scienza basata sull’evidenza, questa è la scienza basata sull’evidenza: siamo sulla strada del collasso e dell’estinzione, ma voi pensate di essere così superiori da poter scappare su Marte in qualche modo e sopravvivere mentre rovinate questo pianeta”

Toni Casano  -  giornalista e blogger